Cosa fare in caso di tamponamento

tamponamento

Cosa fare in caso di tamponamento

Cosa fare in caso di tamponamento

Di seguito viene descritto il caso di tamponamento tra due veicoli.

Finalmente dopo un intenso anno lavorativo fatto di riunioni e corse in macchina da un capo all’altro della città, sei in vacanza!
Come ogni anno, hai caricato le valigie in macchina, raggruppato tutta la famiglia, compreso il cane, e sei pronto per affrontare i più bei 1200 km della tua vita, perché sai che dopo averli percorsi sarai in spiaggia.
Ma ecco, al semaforo, in attesa del verde, arriva una macchina da dietro e ti tampona.
Vacanze rovinate?… ma no, è solo una piccola sfortuna, e seguendo questi semplici consigli, sarai in spiaggia tra qualche ora come previsto!

Che fare quindi in caso di tamponamento?

Ecco i passaggi da seguire nel caso in cui tu sia stato tamponato:

 

Prima di passare a parlare di questioni burocratiche ovviamente accertati che tutti stiano bene, compreso il cane! Utilizzando la cintura di sicurezza, i danni alla persona causati da questo genere di evento sono di gran lunga meno gravi rispetto al non uso di questi strumenti, però spesso succede, che anche utilizzandoli, a causa dell’urto si riscontrano problemi che non sono valutabili nell’immediato ed è per questo che consigliamo sempre e comunque di andare al pronto soccorso per potersi assicurare di stare effettivamente bene.

Sarai sicuramente nervoso, normale, però ricordati che il conducente dell’altro veicolo non ti ha tamponato con intenzione, probabilmente anche lui ha la macchina carica per andare in vacanza, quindi risolvere questo incontro in modo pacifico e rispettoso è fondamentale, e ciò permette di risolvere la questione compilando semplicemente il modulo di constatazione amichevole.

Nel caso in cui non si riesce a trovare un accordo e i toni diventano sempre più accessi non resta altro che chiamare le autorità competenti.

 

 

La compilazione del modulo C.A.I. in caso di tamponamento

Compiliamo il modulo di constatazione amichevole di incidente, abbreviato generalmente in C.A.I. e detto più comunemente “C.I.D.”.
Il caso riportato è quello di un comune tamponamento, senza feriti gravi.

primi punti da compilare sono data, ora e luogo, che sono indicati nel modulo con il punto 1 e 2. Cerca di essere il più preciso possibile e scrivi in maniera leggibile. Nel luogo dell’incidente scrivi la via in cui è avvenuto il sinistro e se ti trovi ad un incrocio segnalalo con la dicitura “via … angolo …” . Se invece il sinistro è avvenuto in una via non in prossimità di incroci indica un numero civico utilizzando la dicitura “all’altezza del civico …”.

Punto 3: feriti anche se lievi. Qui iniziano a crearsi i primi dubbi. Abbiamo infatti detto che al momento del sinistro non sempre sono individuabili danni fisici alla persona, e che si consiglia sempre di farsi visitare al pronto soccorso, quindi scrivi si, e se i feriti sono soggetti terzi rispetto alle parti coinvolte nel sinistro, scrivi le loro generalità dietro al modulo.

Punto 4. Danni materiali. Attenzione! In questa voce è specificato che si tratta di danni materiali oltre ai veicoli coinvolti nel sinistro. Si riferisce al caso in cui a causa dell’urto, i veicoli vengono sospinti contro altri veicoli. Ad esempio, a causa dell’urto uno dei veicoli coinvolti viene sospinto contro un mezzo parcheggiato. Se non è questo il caso, metti una x su no.

Oggetti diversi dai veicoli. La domanda che ti viene fatta è: ci sono altri oggetti che hanno riportato danni oltre ai veicoli coinvolti? Metti una x su no, se il sinistro è circoscritto al tuo veicolo e quello della controparte.

Punto 5. Testimoni. Sulla questione testimoni ci sono molte cose di cui parlare, ma generalmente ti basta sapere che se i testimoni sono presenti, è importante indicare le loro generalità.
I testimoni possono essere individuati anche in un secondo momento, ma se conosci i loro dati, sempre meglio indicarli al momento della compilazione del modulo C.A.I.

Punto 6. Qui bisogna indicare i dati del contraente dell’assicurazione. Attenzione, perché anche questo punto molto spesso trae in inganno chi compila il modulo, e l’errore comune è quello di indicare il proprietario del mezzo.

Punto 7. Dati dei veicoli coinvolti. Viene quindi richiesto di indicare di quale veicolo si tratta, la marca e il modello, e il numero di targa.

Punto 8. Dati della compagnia assicurativa. Indica con quale compagnia assicurativa hai stipulato il contratto, e fino a quando è valido. Vengono richieste anche ulteriori informazioni come ad esempio il numero di polizza e il numero di agenzia. Se li hai a portata di mano, indicali, ma se non riesci a trovarli, tranquillo, le informazioni principali le hai già date indicando assicurazione e data di scadenza della polizza.

Punto 9. La domanda è: Chi è che conduceva il mezzo al momento del sinistro? Di nuovo, non vengono richiesti i dati del proprietario ma quelli della persona che guidava il mezzo!

Punto 10. Indica con una x in quale punto del veicolo sono visibili i danni.

Punto 11. In questa voce puoi indicare che tipo di danni ha subito il tuo veicolo, ma non è obbligatorio anche perché alcuni sono immediatamente riconoscibili ed altri no.

Punto 12. La tabella di Barème. In questa tabella vengono indicate 17 casistiche base per identificare il grado di colpa dei conducenti. Ogni sinistro è unico, quindi è sempre necessario valutarlo nel caso concreto, tenendo conto di eventuali circostanze che hanno influito sulla dinamica. Se però, i conducenti del veicolo trovano nella tabella il caso del loro sinistro è possibile indicarlo con una x.

Punto 13. Questo è il punto in cui ognuno di noi pensa “io non so disegnare e farò pasticci.” Non è obbligatorio creare il grafico, ma se lo fai, sarà più facile per chi andrà a leggere il modulo capire la dinamica del sinistro. Non vengono richieste competenze di design dell’autoveicolo, basterà disegnare due rettangoli, che rappresenteranno le macchine e delle frecce che indicano la direzione di marcia. Se però non ti senti sicuro, puoi omettere il grafico.

Punto 14. Le osservazioni sono come delle note sul sinistro. Comunemente, le parti indicano chi ha ragione e chi ha torto. Se il caso è palese, indicare la responsabilità non fa mai male ed evita dubbi.

Punto 15. In questo spazio i conducenti sottoscrivono il modulo C.A.I. e firmando si dicono d’accordo su quanto indicato nel modulo.

Non è finito, ma quasi! Molto spesso ci si dimentica che il modulo è composto da due pagine e tutte sono fondamentali! Ricordi che al momento del sinistro nel veicolo erano presenti famiglia e cane! Bene, indica chi sono nella sezione dedicata ai feriti. Barra la casella passeggero e indica le loro generalità.

Prima di concludere definitivamente, fai delle foto ai veicoli, ai loro danni visibili e alla loro posizione al momento dell’urto. Queste foto saranno d’aiuto nel processo di richiesta di risarcimento dei danni!

Ecco, ora hai finito, e tu e l’altro conducente dovete prendere una copia ciascuno del modulo e poi finalmente proseguire con le vacanze!

 

Vuoi andare in vacanza senza preoccupazioni? Lascia che ti aiutiamo a gestire al meglio la richiesta di rimborso, tu vai in vacanza e noi ci prenderemo cura dei tuoi diritti! Se vuoi maggiori informazioni compila il modulo di contatto che in trovi cliccando qui.

Comment: 1

  • GreggAnnon 16/10/2019 17:09

    Спасибо

Post a Comment

1
Contattaci subito per avere una consulenza in diretta
Powered by